Cavelupus.com
check-mate-468

  Home | Agenzie Investigative | Cattivi Pagatori | Recupero Crediti | Antitaccheggio | Infedeltà Coniugale| Separazioni | Prodotti Investigativi

 

Indagini sull’Infedeltà Coniugale

 

L'infedeltà rileva ai fini dell'affidamento dei figli minori?

Certo, può esere utilissimo. Sia per richiedere un eventuale addebito per colpa in capo al coniuge infedele, sia per le condizioni economiche conseguenti. Ma può essere di grande utilità anche solo per avere un '"arma in più" al fine di sollecitare la sottoscrizione di un ricorso per separazione consensuale ed evitare una separazione giudiziale (più lunga, più costosa, più impegnativa economicamente ed emotivamente)....


 


Come va dimostrata l’infedeltà in un eventuale giudizio?

Con ogni mezzo possibile. Con documenti scritti (recuperati in casa, in luoghi accessibili come armadi, cassetti, dove magari vengono conservati dal coniuge infedele // oppure con stampate di computer dove, tante volte, vengono conservate senza password e-mail compromettenti), con prove testimoniali di conoscenti, parenti, amici e con ogni altro mezzo, senza escludere l'ausilio delle prove acquisite -per lo più all'esterno dell'ambiente domestico, dove il più delle volte si concretizza l'infedeltà - tramite l'attività investigativa Istituti specializzati di comprovata serietà ed esperienza.

Ottenere la dichiarazione di addebito a carico del coniuge infedele che vantaggi comporta?

Come già esposto, la dichiarazione di addebito comporta indubbi vantaggi, con particolare riferimento al mantenimento eventualmente dovuto dal coniuge economicamente più agiato in favore dell'altro (nel caso in cui l'addebito della separazione sia attribuibile a quest'ultimo).
Ma non è detto che la "colpa" di un coniuge debba necessariamente essere richiesta e dichiarata dal tribunale; la possibilità di avanzare la richiesta di addebito (comprovata) potrebbe essere utilizzata semplicemente per far desistere la parte "colpevole" da una strenua resistenza giudiziale alle legittime richieste del coniuge incolpevole.

E' consentito, nel rispetto della Privacy, svolgere indagini sul coniuge tenuto conto degli aspetti riguardanti i comportamenti privati e la vita sessuale?

E' consentito, semprechè le indagini abbiano carattere strumentale rispetto ad un diritto che si vorrebbe far vale innanzi all'Autorità giudiziaria. Gli Istituti specializzati sapranno ben indicare quali indagini siano giudizialmente ammissibili e quali invece no.

Venuti a conoscenza dell'infedeltà del coniuge, cosa è conveniente fare?

Solamente qualora ci fosse l'irrevocabile decisione di addivenire ad una separazione, allora sarebbe consigliabile acquisire, sin dall'inizio, quante più prove possibile all'interno dell'abitazione, senza mutare i normali comportamenti e senza destare sospetti nel coniuge infedele. Successivamente ci si potrebbe rivolgere ad un Istituto Investigativo per l'acquisizione di materiale probatorio esterno dell'ambiente domestico (ambiente di lavoro- ambienti di svago e relax), dove - come già detto- il più delle volte si concretizza l'infedeltà. Per ovvii motivi non bisognerà mai eseguire "attività investigativa" in proprio come pedinamenti ed appostamenti. Non bisognerà parlare di quanto si sospetta con troppe persone perchè, inevitabilmente, il coniuge infedele diventerebbe molto più attento a non essere scoperto.

Vista l'infedeltà, la separazione deve essere per forza giudiziale?

Come già detto la "colpa" di un coniuge non deve necessariamente essere richiesta e dichiarata dal tribunale; la possibiilità di avanzare la richiesta di addebito (comprovata) potrebbe essere utilizzata semplicemente per far desistere la parte "colpevole" da una strenua resistenza giudiziale alle legittime richieste del coniuge incolpevole.

L'infedeltà rileva ai fini dell'affidamento dei figli minori?

In linea di massima No; l'infedeltà non rileva ai fini dell'affidamento dei figli. Semprechè, ovviamente,il coinuge infedele si sia dimostrato un buon genitore -a prescindere dall'nfedeltà. Oggi la regola principale stabilisce l'affidamento condivisio dei figli tra i genitori, con permaneneza stabile presso solo uno di essii (generalmente la madre la quale rimane "privilegiata", per ovvii motivi)
Ma ogni caso dev'essere valutato singolarmente. Non sarebbe serio fornire una risposta standard valevole per ogni situazione.

L'infedeltà rileva ai fini dell'assegnazione della casa coniugale?

Occorre riferirsi e riportarsi agli orientamenti adottati dai diversi Tribunali.
Il Tribunale di Milano, ad esempio, assume provvedimenti di assegnazione della casa coniugale solo in presenza di figli; diversamente non dispone nulla in proposito.
Qualora ci fossero figli, la casa coniugale rimane di regole assegnata al coniuge presso il quale vi è la permanenza stabile dei figli.

L'infedeltà rileva ai fini dell'assegno di mantenimento?

Ho già risposto; la dichiarazione di addebito - in seguito ad infedeltà (o ad altra causa) comporta indubbi vantaggi, con particolareriferimentoal mantenimento eventualmente dovuto dal coniuge economicamente più agiato in favore dell'altro (nel caso in cui l'addebito della separazione sia attribuibile a quest'ultimo).

Ma non è detto che la "colpa" di un coniuge debba necessariamente essere richiesta e dichiarata dal tribunale; la possibilità di avanzare la richiesta di addebito (comprovata) potrebbe essere utilizzata semplicemente per far desistere la parte "colpevole" da una strenua resistenza giudiziale alle legittime richieste del coniuge incolpevole.

In quali casi è possibile ottenere la revoca dell'affidamento di un figlio all'altro coniuge?

Nel caso in cui un coniuge si renda ripetutamente colpevole di comportamenti a danno del minore (mancanza di assistenza, incuranza, ecc); vi è una vasta tipologia, da valutare caso per caso.In tal caso sarà possibile, in ogni istante, domandare al tribunale la revisione delle condizioni di affidamento. Può servire documentare la reale consistenza dei redditi e del patrimonio del coniuge dal punto di vista di una separazione?
certo. Il tribunale impone la produzione delle ultime dichiarazioni dei redditi. Com'è noto le stesse, tante volte, non soono proprio veritiere. A tal fine riuscire a dimostrare l'effettiva consistenza dei redditi e del patrimonio del coniuge (con ogni mezzo possibile) sarebbe di enorme utilità per una richiesta di contributo al mantenimento più adeguata.

Come comportarsi quando pensiamo che il coniuge occulti parte dei propri redditi o del patrimonio familiare?

Sarebbe consigliabile acquisire, sin dall'inizio, quante più prove possibile all'interno dell'abitazione (rendiconto -- documentazione varia ecc ecc). Successivamente ci si potrebbe rivolgere ad un Istituto Investigativo per l'acquisione di materiale probatorio.

Avvocato Stefano Spinelli - Tratto da Infedelta.net
 


APPROFONDIMENTI:
Argomenti correlati all’infedeltà coniugale:

TORNA ALL’INDICE ARGOMENTO INFEDELTA’ CONIUGALE
 

bottom-body

Home | Agenzie Investigazioni Pescara | Agenzie Investigative Potenza | Agenzie Investigative Caserta | Agenzie Investigative Napoli | Agenzie Investigative Salerno | Ag Investigative Catanzaro | Agenzie Investigative Cosenza | Agenzie Investigative Crotone | Agenzie Investigative Reggio Calabria | Agenzie Investigative Bologna | Agenzie Investigative Ferrara | Agenzie Investigative Modena | Agenzie Investigative Piacenza | Ag Investigative Reggio Emilia | Agenzie Investigative Rimini |

© 2012 CaveLupus.com. All rights reserved. Contatti | Mappa Sito   Milowebs.com
 

Imprese: Servizi Premium | Registrazione Gratuita

| Tutela dei Minori | Ricerca Persone

1