Cavelupus.com
check-mate-468

  Home | Agenzie Investigative | Cattivi Pagatori | Recupero Crediti | Antitaccheggio | Infedeltà Coniugale| Separazioni | Prodotti Investigativi

 

Comportamenti nei Casi di Taccheggio

Border-img-mdf

 

Come reagire in caso di taccheggio?

Nei casi in cui si sorprenda un taccheggiatore è bene adottare una modalità di reazione appropriata e graduare le contromisure a seconda dell’autore:

  • Se a compiere il furto sono dei nomadi che agiscono abitualmente, si può procedere a fermarli in flagranza e attendere l’arrivo delle forze dell’ordine che quindi procederanno alla denuncia.
  • Se si tratta di un autore anziano e occasionale, oppure di un minorenne nell’irrequietezza dell'età evolutiva (dunque l'atto del rubare è una sorta di sfida o di rito di iniziazione) insieme a un modo competente di comunicare con la persona, la "composizione stragiudiziale" (vedi spiegazione fondo pagina) può risultare più appropriata e molto efficace per evitare il recidivismo, cioè il ripetersi del comportamento, con l'indifferenza a qualsiasi sanzione.
  • Quando il reato è compiuto da un ladro “abituale” o “professionista”, o da un gruppo che agisce con tecniche elaborate, occorre una contromisura più complessa, per documentare il fatto e per interagire con i servizi della sicurezza pubblica
     

In ogni caso l’azienda deve riuscire a interrompere la routine del taccheggio che si ripete indisturbato.

 


Di fronte a un autore colto in flagranza in primo luogo, individuare il profilo del taccheggiatore che può essere:

  1. Occasionale
  2. “Di necessità”
  3. Insistente o finalizzato
  4. Gruppo organizzato che utilizza tecniche d’azione
    Nomadi

Una volta individuato si consiglia di non intervenire in modo concitato ma adottare uno dei seguenti comportamenti:

  • Fingere un rapporto simile a quello con un cliente normale e simulare un controllo di qualità sulla merce
  • Trattenere, con pretesti e simulazione di presentazione di prodotti, la persona fino all’arrivo delle forze dell’ordine oppure portarla in un punto di ottimale videosorveglianza
  • Mostrarsi sicuri e mantenere la lucidità sull'evento "reato"
  • Non intervenire in modo concitato

 

Società che forniscono Servizi, Prodotti e Sistemi per l'Antitaccheggio operanti in Italia

UI UNIVERSO
Via Gorizia, 4 - 66034 Lanciano (CH)

New Security Investigazioni
Via S.M.Mazzarello, 42 - 95128 Catania

Euromont Investigazioni
Via F. Baracca, 2 84040 Lugo di Romagna (RA)

Viola Elettronica

Via dei Pini, 4/G 20090 Pieve Emanuele (MI) 
 

Cosa fare dopo il taccheggio

Quando ci si accorge dell'avvenuto taccheggio bisogna cercare di memorizzare tutti gli elementi e i movimenti compiuti, far visionare la documentazione registrata dalle telecamere, se in possesso di un circuito di videosorveglianza, al servizio di sicurezza pubblica e, nel caso, presentare la querela.

Quando, invece, l'azienda coglie in flagrante una persona mentre sta compiendo un furto, o lo ha appena consumato, le forze dell'ordine possono trarre in arresto il taccheggiatore.
Il gestore o il personale dell'azienda possono fermare l'autore di un taccheggio, in attesa dell'arrivo delle forze di polizia.
La legge consente questo, ma vieta di procedere a qualsiasi forma di perquisizione personale.

Con la denuncia dell’autore di un furto si inizia un iter processuale che potrà essere breve, qualora il magistrato disponga il giudizio immediato, o viceversa, presentare tempi indefiniti, per l’elevato numero di cause penali arretrate.
Anche quando si vada subito a processo, non è scontato che si arrivi alla sanzione del presunto autore.
Per tali ragioni il taccheggio è un fenomeno da contrastare in modo competente, prevenendolo e agendo in giudizio nel modo più appropriato.
Quando possibile e per episodi minori si può agire per via stragiudiziale.

La composizione stragiudiziale può avvenire se la questione resta definita come un danno risarcibile in forma civilistica. Si può richiedere - anzi è opportuno - che prima di procedere a querela di parte, un ufficiale di polizia giudiziaria provi a comporre lo "scontro" con il ricorso alla procedura prevista all'art.1 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza/ (TULPS)
 


APPROFONDIMENTI:
Scopri le contromisure da adottare nei casi di taccheggio:

TORNA ALL’INDICE ARGOMENTO ANTI TACCHEGGIO
 

bottom-body

Home | Agenzie Investigazioni Pescara | Agenzie Investigative Potenza | Agenzie Investigative Caserta | Agenzie Investigative Napoli | Agenzie Investigative Salerno | Ag Investigative Catanzaro | Agenzie Investigative Cosenza | Agenzie Investigative Crotone | Agenzie Investigative Reggio Calabria | Agenzie Investigative Bologna | Agenzie Investigative Ferrara | Agenzie Investigative Modena | Agenzie Investigative Piacenza | Ag Investigative Reggio Emilia | Agenzie Investigative Rimini |

© 2012 CaveLupus.com. All rights reserved. Contatti | Mappa Sito   Milowebs.com
 

Imprese: Servizi Premium | Registrazione Gratuita

| Tutela dei Minori | Ricerca Persone

1